Dermatologia

VISITA DERMATOLOGICA
La pelle è l’organo più esteso del corpo umano, ha funzioni importantissime fra cui quella di barriera e di difesa dell’organismo. Per questo motivo non bisogna mai sottovalutarla e rivolgersi allo specialista dermatologo che attraverso un attenta analisi arriva alla diagnosi e alla cura delle malattie della pelle , degli annessi cutanei (capelli e unghia) e delle malattie sessualmente trasmesse.

LA DERMATOSCOPIA (dermoscopia o epiluminescenza,)
neo - DERMATOSCOPIAè una tecnica non invasiva rivolta alla diagnosi precoce dei tumori cutanei melanocitari e non.
La metodica consente di tenere costantemente sotto controllo i nei, valutandone le caratteristiche microscopiche e le eventuali modificazioni nel tempo attraverso valutazioni comparative (follow-up- mappa dei nei)
È consigliabile almeno un controllo annuale dei propri nei, da eseguire preferibilmente prima dell’esposizione solare.
Il dermatologo vi guiderà nella scelta della fotoprotezione , vi spiegherà come e quando applicarla , vi indicherà eventuale terapia sistemica con integratori mirati alla prevenzione dei tumori cutanei.

CRIOTERAPIA
È una tecnica semplice quanto efficace, che utilizzando azoto liquido a bassissima temperatura, determina una bruciatura per congelamento.
È utilizzata per trattare svariate patologie: verruche volgari, molluschi contagiosi, cheratosi attiniche, cheratosi seborroiche, fibromi penduli, piccoli angiomi e piccoli xantelasmi, lentigo senili, ecc.
crioterapiaPoiché è poco dolorosa non necessita di anestesia locale ed è dunque particolarmente indicata in ambito pediatrico.
La zona trattata andrà incontro ad un processo infiammatorio locale, con arrossamento, gonfiore e talvolta anche leggero dolore.
L’infiammazione regredirà spontaneamente dopo 24-36 ore, nei giorni successivi si potrà formare una bolla e successivamente una crosta, che dovrà cadere spontaneamente per garantire un buon esito cicatriziale,solitamente dopo un periodo di 7-15 giorni.
Alla caduta della crosta la cute della zona trattata apparirà arrossata e sensibile ma priva della lesione originaria ed andrà protetta con una crema idratante con schermo solare totale, anche se è consigliabile evitare di esporsi al sole o ai raggi UVA per circa 6 settimane dopo il trattamento.
Progressivamente la cute tornerà alla propria colorazione naturale.
In caso di risultato parziale, dopo 15-20 giorni, si potrà provvedere ad un nuovo trattamento.

OZONOTERAPIA
Tecnica specialistica basata sull’iniezione nel mesoderma di una miscela di ossigeno e ozono.
Viene utilizzata per curare patologie quali panniculopatie (cellulite), linfedemi da stasi agli arti inferiori, disturbi vascolari periferici, lesioni ulcerative cutanee, ecc.